Dimenticanza durante la gravidanza: cause e misure da affrontare

La maggior parte delle donne in gravidanza riferisce perdita di memoria sia prima che dopo il parto. Tuttavia, le ricerche sull'oblio durante la gravidanza non sono chiare e spesso contrastanti. Assegnare le giuste priorità, restare organizzati e (cosa importante!), Concedervi un po 'di fatica mentre affrontate questo importante evento della vita, vi aiuterà tutti. Così la meditazione, il cibo giusto e il sonno sufficiente.

Baby cervello. Testa di pregnenolone Momnesia. Per quanto stravaganti e leggermente divertenti come questi termini suonano, per molte madri incinte (e anche molte mamme appena coniate) che sperimentano una mistificante perdita di memoria durante la gravidanza e il post-parto, questa è un'esperienza davvero frustrante e preoccupante. Quindi, la dimenticanza durante la gravidanza è una data o è una sorta di roulette russa, casualmente sperimentata da alcuni? Il fenomeno solleva molte altre domande: perché succede? E cosa si può fare per far fronte?

Esiste anche "Baby Brain"?


Mentre ci sono molte prove aneddotiche, la scienza medica sta ancora cercando di capire il fenomeno ampiamente riportato dell'oblio legato alla gravidanza. Ha iniziato con studi negli anni '60 che riportavano scarsa memoria recente, distraibilità e mancanza di concentrazione nelle donne in gravidanza. Diversi studi seguirono dopo. In uno studio, due terzi dei partecipanti hanno riferito di aver avuto una o più delle seguenti conseguenze: perdita di memoria a breve termine, dimenticanza e incapacità di concentrazione. È interessante notare che le donne che erano sposate o che avevano un partner, che erano più grandi o che avevano un buon livello di istruzione hanno riportato più di questi cambiamenti. In un altro studio di ricerca condotto presso il Bristol Maternity Hospital, nel Regno Unito, la maggior parte delle volontarie in gravidanza ha riferito che la loro memoria era compromessa. Uno studio australiano ha studiato la perdita di memoria correlata alla gravidanza tra 3 gruppi di donne - quelle che erano state messe incinta per la prima volta, le neomamme e un terzo gruppo che non era mai stato in stato di gravidanza. Alcune delle loro scoperte erano:

- Le donne in gravidanza hanno avuto un certo grado di perdita di memoria.

- Molte delle donne del secondo gruppo hanno continuato a sperimentare l'oblio nei mesi successivi al parto.

- Le donne nei primi due gruppi hanno ottenuto punteggi molto più bassi nei test con memoria a breve termine.

L'ultimo risultato è corroborato da un altro studio recente che ha analizzato 17 anni di ricerche sull'argomento. Questo studio ha concluso che non tutti gli aspetti della memoria sono stati influenzati dalla gravidanza. Piuttosto, l'analisi indicava che le donne incinte di solito sperimentavano l'oblio quando i compiti erano difficili o relativamente poco familiari (ad esempio, dimenticando un numero di telefono appena memorizzato).

Possibili cause dell'oblio durante la gravidanza


Ci potrebbero essere diverse ragioni per gli attacchi di perdita di memoria in gravidanza.

Cambiamenti corporei, affaticamento, privazione del sonno: nel secondo studio australiano, i volontari in stato di gravidanza hanno riportato difficoltà ad addormentarsi. È possibile, conclude lo studio, che questo cambiamento nella loro routine - e la conseguente stanchezza, forse - potrebbe far sentire le donne che stavano dimenticando le cose durante le ore di veglia.

Cambiamenti ormonali: il corpo di una donna subisce enormi cambiamenti ormonali durante la gravidanza per prepararla alla maternità. Si pensa che questi cambiamenti possano venire a costo di perdite temporanee nella funzione di memoria.

Aspettativa culturale: la cultura potrebbe avere un ruolo da svolgere nell'oblio durante la gravidanza? Mentre i test scientifici indicano alcuni, ma non un grave declino delle funzioni cognitive, è possibile che ci sia un'aspettativa sociale dell'oblio attorno a una donna incinta - e lei lo compra!

Lo sconvolgimento emotivo: la prima gravidanza di una donna è un labirinto di emozioni contrastanti, dall'eccitazione e gioia alla preoccupazione e alla depressione. Gli studi dimostrano che queste oscillazioni emotive estreme in una prima gravidanza possono influenzare la funzione di memoria. Fortunatamente, ci sono indicazioni sul fatto che le donne che hanno ripetuto gravidanze sperimentano molta meno ansia e, quindi, non sembrano avere gli stessi livelli di perdita di memoria delle prime mamme.

Ma questo non è tutto in bianco e nero. Confusamente, altre ricerche annullano molte di queste scoperte. L'obiettività di alcuni di questi studi in cui i partecipanti "segnalano" i loro problemi sono stati anche messi in discussione, con alcuni ricercatori che indicano che fattori come la deprivazione di sonno o l'umore basso, l'ansia o persino la depressione potrebbero essere alla base di questa presunta perdita di memoria. Uno studio ha anche concluso che l'oblio è presente solo nell'ultimo trimestre, ma non può essere attribuito a sbalzi d'umore, perdita di sonno o altri cambiamenti fisici durante la gravidanza!

La linea di fondo è che mentre anche gli scienziati trovano difficile ignorare le prove aneddotiche diffuse sull'oblio durante la gravidanza, le ragioni di questo fenomeno mistificante non sono così facili da svelare - e persino una ricerca rigorosa produce risultati contrastanti.

Gestire Momnesia


Mentre la scienza medica indaga sull'esistenza del "baby brain", cosa deve fare una donna incinta e smemorata? Alcune misure sensate ti aiuteranno a superare quei momenti difficili:

Evita il multitasking. Ad esempio, se stai cercando di richiamare un numero di telefono relativamente nuovo, interrompi qualsiasi altra cosa tu stia facendo. Prova a visualizzare te stesso chiamando il numero di quella persona. Limitare te stesso a un compito, e l'effetto calmante che questo può aiutare.

Organizza il tuo spazio. Tieni le cose importanti come chiavi o file sempre nello stesso posto piuttosto che lasciarli ovunque sia conveniente.

Mantieni un diario. Annota le attività importanti in base alla data nel momento in cui ti vengono in mente. Se sei un procrastinatore, questo è il momento di cambiare!

Ottieni le tue priorità giuste. Questo è il messaggio, forse, che il tuo corpo - e il cervello - sta inviando. Quindi riduci le attività non importanti e concentrati sugli aspetti essenziali.

Resta riposato Come chiunque sarebbe d'accordo, la privazione del sonno, anche se non si è incinta, può portare a qualche dimenticanza occasionale. Lasciarsi coccolare da diversi strizzatine d'occhio ti aiuterà a sentirti riposato, all'erta e meno ansioso, il che può far perdere gocce di memoria.

Nutre il tuo cervello Gli alimenti giusti possono svolgere un ruolo utile nell'incrementare la memoria. Evitare cibi ricchi di grassi in quanto aumentano i livelli di colesterolo, che a loro volta riducono l'apporto di ossigeno al cervello. Invece, mangiando cibi che nutrono le funzioni cerebrali e nervose. Riso integrale, soia, lenticchie e almeno cinque porzioni di frutta e verdura sono alcuni cibi che devi includere nella tua dieta. Il rosmarino, spesso definito "l'erba del ricordo", è un facile add-on per la tua cucina. Anche la lecitina (trovata nella soia e il germe di grano) e gli estrogeni vegetali (da semi e noci) possono aiutare le funzioni di memoria.

Meditare. La meditazione è semplice e gratuita! Mentre il suo effetto calmante è ampiamente noto, ci sono anche dei puntatori ai suoi effetti benefici sulla funzione cognitiva e sulla perdita di memoria. La meditazione di consapevolezza, ad esempio, è una pratica delicata in cui si impara a concentrarsi sul presente e ad alleggerirsi da pensieri stressanti del passato e del futuro.

Puoi anche provare la meditazione basata sulla musica. Pianifica un momento della giornata in cui è probabile che tu sia indisturbato. Siediti comodamente e calma i tuoi pensieri. Chiudi gli occhi mentre ascolti canti o musica strumentale. Anche questa è una forma di meditazione che ti aiuterà a calmarti, a ridurre il singhiozzo mentale ea frenare la fatica.

Anche dopo la gravidanza, quando sei incessantemente occupato a prendersi cura del tuo bambino, la dimenticanza è un dato di fatto e non un motivo di preoccupazione, come le madri più anziane ti consiglieranno. Se ti senti persistentemente ansioso o depresso, parla con il tuo medico.

Fonte: http://www.curejoy.com/content/forgetfulness-during-pregnancy/