Cinque miti sulla gravidanza

La gravidanza non è mai stata più sicura: una buona ragione per genitori e bambini in tutto il mondo per celebrare la festa della mamma. Ironia della sorte, poiché i rischi maggiori si sono ritirati nel passato, i rischi minori hanno assunto un ruolo centrale. La gravidanza spesso si sente come un campo minato: guarda cosa mangi, guarda come ti alleni, guarda cosa fai. Ma molte di queste preoccupazioni sono basate sui miti. Qui ci sono cinque dei più testardi.

Le vitamine prenatali sono necessarie per gravidanze sane.

Cosa aspettarsi, il sito web affiliato al famoso libro di consigli sulla gravidanza, spiega le vitamine prenatali come "una polizza assicurativa, offrendoti la sicurezza di sapere che il tuo corpo sta facendo scorta delle vitamine essenziali per la produzione del bambino che ha bisogno di concepire e nutrire futuro bambino in gravidanza ". Un popolare sito web di genitori risponde alla domanda" Le vitamine prenatali sono davvero necessarie? "con un solido" Sì ".

Dove abbiamo avuto l'idea che i multivitaminici grandi e costosi sono necessari per una gravidanza sana? Come con tanti aspetti dell'alimentazione in gravidanza, i ricercatori hanno studiato donne provenienti da paesi in via di sviluppo, spesso donne che erano gravemente private della nutrizione. Non sorprendentemente, per le donne che sono cronicamente malnutrite e prive di vitamine e sostanze nutritive essenziali, gli integratori prenatali possono fare la differenza. Ciò non significa che siano necessari per le donne che già mangiano tutte le vitamine e i minerali di cui hanno bisogno.

Per le donne che non sono malnutrite, quasi tutte le vitamine e i minerali contenuti in quelle ingombranti pillole (ad eccezione di folati e ferro) sembrano non avere alcun impatto sugli esiti della gravidanza. Dal momento che folati e ferro sono disponibili singolarmente, non è necessario assumere una vitamina prenatale enorme, spesso nauseante, che fa poco più che dare alle donne un'urina costosa.

Le donne incinte devono monitorare attentamente le loro diete.

Una ricerca Amazon di libri sulla dieta corretta gravidanza si trasforma pagina dopo pagina con titoli come "Cosa mangiare quando sei incinta: una guida settimana per settimana per sostenere la tua salute e lo sviluppo del tuo bambino" e "Mangiare per la gravidanza: La guida nutrizionale essenziale e il libro di cucina per le future mamme di oggi. "

Nonostante gli articoli allarmanti che mettono in guardia contro gli alimenti dal caffè alle ali di pollo, non sono necessarie regole dietetiche elaborate. Una miriade di studi dimostrano che i cambiamenti nutrizionali possono aiutare le donne che sono malnutrite, ma mangiare cibi specifici in quantità specifiche sembra non avere alcun effetto sugli esiti della gravidanza nei paesi industrializzati. Non ci sono prove di diete, diete restrittive o della dieta Brewer, in cui i professionisti della salute alternativa consigliano un regime complicato di 14 diverse categorie di alimenti al giorno, hanno un impatto sulla salute del bambino o l'incidenza di complicanze.

La guida più importante per le donne incinte negli Stati Uniti riguarda alimenti che possono trasmettere malattie; ecco perché le donne dovrebbero evitare carni crude e prodotti caseari crudi. Ma non ci sono prove che piccole quantità di caffeina colpiscano i bambini non ancora nati. Gli studi sull'alcol sono più ambigui. Sebbene sia abbastanza chiaro che grandi quantità di alcol possono causare la sindrome alcolica fetale, il limite del consumo sicuro è sconosciuto. Ci sono alcuni medici che insistono sul fatto che se non conosciamo il limite esatto, le donne dovrebbero evitare l'alcol. Ma la maggior parte crede che un bicchiere di vino occasionale o una birra non causeranno alcun problema.

Il riposo a letto può impedire l'aborto spontaneo.

Secondo Natural Fertility Info, uno dei più antichi siti di consulenza per la medicina alternativa sulla gravidanza, "riposo a letto e rimozione dei fattori di stress è il primo passo più importante da intraprendere per prevenire l'aborto spontaneo. E il Centro medico dell'Università del Maryland sottolinea che "il tuo medico può anche prescrivere il riposo a letto" nella speranza di preservare una gravidanza.

L'aborto spontaneo non è un'esperienza rara: fino al 20 per cento delle gravidanze si concluderà naturalmente in quel modo. La causa più comune è una grave anomalia genetica. In alcuni casi, l'uovo fecondato si divide e cresce per un periodo di tempo, ma alla fine muore. In molti casi, non si sviluppa il feto, solo il tessuto placentare. Quindi nulla può impedire la maggior parte degli aborti spontanei: quelle gravidanze sono condannate dal momento del concepimento.

Più in generale, gli studi hanno rilevato che il riposo a letto non cambia le possibilità di una donna di avere un aborto spontaneo. Quindi, perché i medici hanno iniziato a raccomandare il riposo a letto per ridurre gli aborti? Non è perché c'erano prove scientifiche di alta qualità per supportarlo. Al massimo, sembrava una raccomandazione innocua - un modo per le donne di sentire che stavano facendo qualcosa per preservare la gravidanza, anche se i benefici nel primo trimestre sono di solito limitati alla tranquillità.

Le donne incinte non dovrebbero avere raggi X.

Fit Pregnancy, un sito web di salute popolare, promette di insegnare alle donne "come proteggere il tuo bambino dai pericoli invisibili dei raggi X", mentre il National Health Service britannico avverte che "se possibile, dovresti evitare di avere una radiografia mentre sei tu" sono incinte. "I forum di consulenza sulla salute sono inondati di madri che si chiedono con ansia se è sicuro andare a fare una radiografia.

Come ogni procedura medica, i raggi X portano dei rischi, sia che uno sia incinta o meno. Ma come osserva la Mayo Clinic, avere una radiografia durante la gravidanza non pone di solito alcun pericolo per il feto in via di sviluppo. E affrontare i problemi di salute di una madre potrebbe essere di vitale importanza sia per lei che per il bambino.

Dopotutto, il bambino non è l'unico paziente in gravidanza; la madre è un paziente uguale (se non più importante). Se una donna sviluppa un problema di salute che richiede raggi X, farmaci o interventi chirurgici per diagnosticare e trattare, il problema deve essere affrontato. Le questioni mediche materne non trattate non sono meramente pericolose per la madre. Se sono abbastanza seri, possono portare a aborto spontaneo, parto prematuro o parto prematuro. Quindi trattare la madre è anche nell'interesse del bambino.

Le donne incinte dovrebbero evitare le vaccinazioni.

I professionisti della medicina alternativa e coloro che vendono consigli "naturali" sulla salute spesso dicono alle donne di evitare di essere vaccinati durante la gravidanza. Green Med Info, ad esempio, avverte i lettori di "la verità mortale sui vaccini antinfluenzali e sulla gravidanza". Kelly Brogan, uno "psichiatra olistico per la salute delle donne", consiglia ai suoi lettori di "seguire la tua bussola interiore" e "rifiutare il vaccino antinfluenzale in gravidanza. ”

È meglio assicurarsi di essere sempre aggiornato sulle vaccinazioni prima di iniziare una gravidanza, dal momento che alcuni vaccini (come la parotite, il morbillo e la rosolia (MMR) e i vaccini contro la varicella) rappresentano dei rischi durante la gravidanza. Ma altri sono sicuri, come quelli per il tetano, l'influenza e la pertosse (pertosse).

Infatti, il vaccino antipertosse protegge anche i bambini dopo la nascita. La pertosse è una delle più grandi minacce infettive ai bambini. Con il recente risorgere della malattia a causa di sottoprodotti di vaccinazione, i bambini di età inferiore ai 6 mesi (e quindi non completamente vaccinati) devono affrontare gravi rischi.

Abbiamo sempre saputo che le madri possono passare gli anticorpi per la pertosse attraverso la placenta. Immunizzare o ri-immunizzare le donne nel terzo trimestre aumenta la produzione di anticorpi materni, aumentando così gli anticorpi che i loro bambini ricevono. Ciò può ridurre drasticamente il rischio che un bambino contragga la pertosse, con la sua alta incidenza di gravi complicazioni e morte. Il vaccino contro la pertosse è raccomandato per ogni donna incinta in ogni gravidanza.

Fonte: https://www.washingtonpost.com/opinions/five-myths-about-pregnancy/2017/05/12/7cf6e12a-3666-11e7-b373-418f6849a004_story.html?utm_term=.3447cd7b2b5a