Mangiare zucchero durante la gravidanza è legato alle allergie dei bambini

Quanto zucchero una donna mangia mentre è incinta può influenzare il rischio dei suoi futuri bambini di sviluppare allergie e asma allergico, secondo uno studio dell'European Respiratory Journal. Sebbene la ricerca precedente abbia collegato l'asma e l'assunzione di zuccheri elevati nei bambini stessi, questo è il primo studio a dimostrare che le diete delle madri possono anche svolgere un ruolo.

Il nuovo studio ha analizzato i dati di quasi 9.000 donne che erano incinte all'inizio degli anni '90 e dei loro bambini, che erano stati testati per asma e allergie comuni (come acari della polvere, gatti ed erba) all'età di 7 anni. Durante la gravidanza, le donne sono state sul loro consumo settimanale di determinati gruppi di alimenti e prodotti alimentari specifici, tra cui zucchero, caffè e tè; le loro risposte sono state utilizzate per calcolare il loro apporto di zuccheri aggiunti, escludendo gli zuccheri naturali in frutta, verdura o prodotti caseari.

I ricercatori hanno visto solo prove deboli per suggerire un collegamento tra l'assunzione di zuccheri aggiunti da parte delle donne e le probabilità dei loro figli di sviluppare l'asma in generale. Ma quando hanno esaminato specificamente l'asma allergico - in cui la diagnosi di asma è accompagnata da un test cutaneo positivo per gli allergeni - il legame era molto più forte. I bambini le cui mamme erano nella top quinta per lo zucchero aggiunto durante la gravidanza avevano il doppio delle probabilità di avere asma allergico rispetto ai bambini le cui mamme erano nella quinta inferiore.

I bambini di mamme con diete ricche di zucchero avevano anche il 38% di probabilità in più di risultare positivi per un allergene e il 73% di probabilità in più di risultare positivi per due o più rispetto a quelli le cui mamme si tenevano lontano dallo zucchero aggiunto. I ricercatori hanno controllato per diversi fattori che avrebbero potuto influenzare anche i risultati, compresi i fattori sociali e altri aspetti delle diete delle madri.

Tuttavia, non tutte le condizioni allergiche erano legate al consumo di zucchero materno. Nessuna associazione è stata trovata per eczema o febbre da fieno. E contrariamente agli studi precedenti, non è stata trovata alcuna associazione tra l'assunzione di zucchero dei bambini (all'età di 4 anni) e nessuno dei loro esiti di salute all'età di 7 anni.

Lo studio non è stato in grado di mostrare una relazione causa-effetto. Ma gli autori ipotizzano che l'assunzione di zuccheri alti durante la gravidanza possa aumentare l'infiammazione nello sviluppo del tessuto polmonare, lasciando i bambini predisposti alle allergie. "Sappiamo che il periodo prenatale può essere cruciale per determinare il rischio di asma e allergie nell'infanzia, e recenti studi hanno confermato che la dieta materna in gravidanza è importante", afferma la prima scrittrice Annabelle Bedard, postdoctoral fellow presso il Center for Primary Care e Sanità pubblica presso la Queen Mary University di Londra, via e-mail.

Bedard ritiene che il consumo di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio possa essere in gran parte responsabile. È cresciuto da circa lo 0% a quasi il 30% del consumo pro capite di zuccheri raffinati negli Stati Uniti tra il 1970 e il 2000. "La drammatica" epidemia "di asma e allergie in Occidente negli ultimi 50 anni è ancora in gran parte inspiegabile," lei dice. "Un potenziale colpevole è un cambiamento nella dieta".

Data l'estrema quantità di zucchero consumata regolarmente nei paesi occidentali, gli autori dello studio affermano che è urgente la necessità di ulteriori ricerche. Sperano di condurre studi clinici per vedere se ridurre l'assunzione di zucchero durante la gravidanza, infatti, influirà sulla salute dei bambini diversi anni dopo.

Fonte: http://time.com/4847880/sugar-pregnancy-asthma-allergies/